Stefania e i suoi due fratelli

Stefania e i suoi due fratelli

Stefania è una ragazza di trenta, anni, alta 1,70, capelli castani, occhi marroni, una prima di seno, molto magra perché essendo intollerante al glutine deve seguire una certa dieta. Un’altra particolarità: è ancora vergine, infatti ha avuto, fino ad ora, solo rapporti sessuali non completi (cioè senza penetrazione). Ha anche due fratelli più piccoli: Andrea di venticinque, anni e Stefano di ventidue, anni. Entrambi sono biondi con gli occhi chiari, un fisico ben scolpito dall’attività fisica e alti 1,75: sembrano quasi gemelli. Stefania anche se laureata in architettura è commessa in un negozio di prodotti dietetici e, vista la sua magrezza, è un’ottima immagine. Inoltre frequenta un gruppo religioso. Insomma darebbe l’impressione di una brava ragazza…casa e chiesa, come si dice. In effetti lo è fino ad un fatidico giorno.
Quella sera aveva avuto una riunione del gruppo di preghiera e trattavano “I Dieci Comandamenti”. Erano arrivati al sesto (“Non commettere atti impuri “oppure “Non fornicare”, a seconda delle versioni). Mentre tornava a casa ripensava a ciò che era stato detto e a ciò che aveva scoperto: era l’unica ad essere ancora vergine. Infatti le sue amiche, chi più chi meno, erano delle grandi zoccole ed in media avevano perso la loro verginità giovanissime. Stefania al massimo arrivava a ciucciare il cazzo di A!do (il suo ragazzo) e sporadicamente. Questa cosa la turbò un po’ e, appena arrivata a casa, andò in camera sua e presa da una grande voglia iniziò a masturbarsi violentemente. Si levò le scarpe, si sbottonò i pantaloni, se li tirò giù e se li tolse. Poi si tirò giù gli slip e se li tolse. Si mise sul letto ed a gambe larghe incominciò a toccarsi la fichetta. Prima se la massaggiò, poi incominciò a stuzzicare il suo clitoride e poi incominciò a penetrarsi con un dito. Iniziò lentamente e poi sempre più furiosamente, stando attenta a non rompere l’imene. Mentre si masturbava pensava ad Aldo che se la sbatteva furiosamente, quasi violentandola. Mentre si masturbava gemeva sommessamente. Andrea, il fratello, sentendo la sorella ansimare pensò che non stesse bene ed aprì improvvisamente la porta. Vedere la sorella a gambe larghe con un dito piantato in fica gli fece diventare subito il cazzo duro. Intanto Stefania teneva gli occhi chiusi e non si era accorta di nulla. Andrea allora richiuse piano la porta, lasciandola socchiusa in modo da poter spiare la sorella senza essere visto. Mentre Stefania continuava a masturbarsi Andrea si tirò il cazzo di fuori e si fece una sega. Tutti e due vennero quasi simultaneamente: Stefania squirtò copiosamente (è sempre stata molto umorosa) e Andrea fece una copiosa sborrata sporcando il pavimento. Fortunatamente Stefania non si rivesti subito, così Andrea poté ripulire tranquillamente il pavimento. La serata poi proseguì tranquilla con una cena con tutta la famiglia e poi guardando la televisione. Quella sera prima di addormentarsi Andrea confidò a Stefano (i due fratelli dormivano nella stessa camera, ovviamente) ciò che aveva visto. Anche Stefano sentendo quel racconto si eccitò ed immaginò di possedere la sorella…soprattutto di sodomizzarla: era la sua passione. Da quel giorno i due fratelli cercavano il più possibile di spiare Stefania: quando era in bagno a farsi la doccia, quando era in camera a cambiarsi e, soprattutto, quando si masturbava. Infatti, Stefania, da allora in poi incominciò a sdidalinarsi tutti i giorni…alcune volte anche due volte al giorno. Ovviamente Andrea e Stefano si fecero altrettante seghe. Un giorno d’estate, andarono tutti al mare. Verso l’ora di pranzo Andrea e Stefano andarono a casa per farsi una doccia e cambiarsi. Stefania li avrebbe seguiti poco dopo, mentre i genitori sarebbero rimasti sulla spiaggia. Andrea e Stefano si spogliarono ed incominciarono a lavarsi. Parlando di quanto fosse sexy la sorella in costume e di quello che le avrebbero fatto si ritrovarono con i loro cazzi dritti. Di conseguenza si attardarono in doccia. Stefania tornata a casa, pensando che i due fratelli avessero finito di fare la doccia come sempre,, entra tranquillamente senza bussare. Appena apre la porta, vede i due fratelli con quei cazzi grossi e dritti e dice immediatamente: “Scusate ragazzi…pensavo aveste finito.”. La vista di quei cazzi così grossi (Aldo aveva un pisello di soli 17 cm. mentre i fratelli superavano abbondantemente i 20 cm.) le annebbia un pò la mente e così, Stefania, rimane sulla porta fissandoli. I due fratelli se ne accorgono e colgono la palla al balzo. Andrea: “Che cosa c’è Stefy? Non hai mai visto due cazzi?”. Stefania risponde balbettando: “Si…cioè no…cioè si li ho visti…ma non così grossi dal vivo e soprattutto i vostri.”. Stefano le dice: “Bè anche se siamo tuoi fratelli abbiamo i cazzi come tutti gli altri. Perché non ti avvicini? Ti piacerebbe toccarceli?”. Stefania non se lo fece ripetere due volte: con la passera già umida si avvicinò ed incominciò a fare una sega ai due fratelli. Dopo un pò Stefano disse e Stefania: “Perché non ci fai un bel pompino a tutti e due sorellina?”. Stefania non rispose, si inginocchiò ed incominciò a succhiarli. Allora Andrea disse: “Sorellina fammi un bocchino , ma come una puttanella come si deve.”. Stefania domandò: “In che senso?”. Andrea le rispose: “Togliti il reggiseno e poi mi sbocchini.”. Stefania obbedì e mostrando quelle sue tettine con i capezzoli duri ricominciò a lavorare di lingua e di bocca i cazzi dei fratelli. Andrea e Stefano erano al settimo cielo: farsi fare un pompino dalla sorella che avevano spiato varie volte. Inoltre Stefania era molto brava a fare i pompini. Dopo un pò Andrea propose a Stefania di farsi scopare. Stefania all’inizio oppose un pò di resistenza, ma vista l’insistenza acconsentì e confidò ai due fratelli di essere ancora vergine. Questa cosa fece andare il sangue alla testa ai due fratelli. Stefano allora chiese a Stefania quale cazzo volesse per primo. Stefania li guardò bene e scelse quello di Andrea: Stefano lo aveva leggermente più grosso. Andrea incominciò a baciare la sorella sul collo, poi scese sulle zinnette e incominciò a dedicarsi moltissimo ai capezzoli. Stefania mugolava di piacere e si toccava la sua passera pelosa e fradicia di umori. Dopo un pò Andrea le levo le mutandine del costume ed incominciò a leccare la fica di Stefania. Quando fu ben lubrificata gli puntò il cazzo sulla fica ed incominciò ad entrare piano, piano. Arrivato alla barriera dell’imene spinse un pò e la sverginò. Vide l’espressione della sorella e le chiese se le aveva fatto male. Stefania rispose che aveva provato un pò di dolore, ma ora già incominciava a godere. Allora Andrea la penetrò del tutto ed incominciò a stantuffarla come si deve. Intanto Stefano aveva il cazzo duro ed aspettava il suo turno. Appena Andrea finì di scoparla, Stefano fece mettere la sorella a novanta gradi. Prese un pò di vasellina e ne mise un pò sul suo pisello ed un pò nel culo di Stefania e poi incomincio ad incularla. Ad essere inculata Stefania urlava di goduria: “Aaahh…siiii…che belloooo…come mi piace nel culo…oooohhhh…siiii…cosiii…daiii”. Dopo un pò che Stefano si inculava la sorella Andrea le chiese: “Sorellina ti va di provare una doppia?”. Stefania chiese: “Cosa sarebbe?”. Andrea rispose: “Mentre io ti scopo Stefano ti incula e poi facciamo a cambio. Che ne dici?”. Stefania ci pensò un pò e poi disse: “Ok. Fatemi diventare una zoccola di prim’ordine. Ora che so cosa mi sono persa in tutti questi anni voglio recuperare il tempo perduto.”. I due fratelli infilano contemporaneamente i loro cazzi nei due buchi di Stefania. Questa inizia subito a godere sentendosi così piena di cazzo. Stefania è talmente eccitata che dopo pochi affondi raggiunge l’orgasmo tenendosi i due cazzi dentro di se. Subito dopo l’orgasmo, Stefania, pensa che i due fratelli (visto che non erano venuti) si sarebbero fatti una sega. Invece sente che non accennano a svuotarla dei loro cazzi e anzi, hanno aumentato il ritmo della penetrazione. In brevissimo tempo Stefania di rieccita e subito raggiunge un secondo orgasmo, ma stavolta insieme ai due fratelli. Ovviamente i due fratelli le hanno tolto i casi dal culo e dalla fica e le hanno sborrato sul viso sul corpo.
Da allora Andrea e Stefano si scopano ed inculano Stefania tutte le volte che possono. Stefania ha lasciato Aldo, ha incominciato a prendere la pillola ed ora gode solo con due cazzi.

Publicato in Sesso tra fratelli. Parole Chiavi , , .